fbpx

Passeggiata nella via dello zafferano-con Capaerrante e Croco e Smilace

Oggi abbiamo partecipato alla visita guidata alla fattoria “Croco e Smilace” in località Canneto, un borgo purtroppo ormai “fantasma” con pochissime case abitate situato all’estremo lato del Comune di San Miniato.

Una volta radunato il gruppo Camilla,  “capaerrante”, la nostra guida ci ha mostrato l’esterno della villa di Canneto, una dimora molto bella abitata fino agli anni 70 ed oggi purtroppo all’asta.

Poi abbiamo fatto una passeggiata ad anello addentrandoci nella campagna sanminiatese con Camilla che ci racconta ciò che incontriamo sul percorso.

Siamo scesi dalla sommità per incontrare le antiche stalle dei polli e dei tacchini per poi passeggiare accanto al fiume Egola e ammirare i calanchi incontrando le impronte delle zampette delle pecore lungo il percorso e infine le stalle.

Lì chiaramente mio figlio di 3 anni si è divertito tantissimo a osservare le pecore e gli agnellini della fattoria che produce formaggi. Il panorama è meraviglioso, pennellate di verde, sfumature autunnali.

Proseguiamo addentrandoci sotto ad una vigna quasi completamente vendemmiata concedendoci qualche acino violaceo che Lorenzo indica essere buonissimo. Le vigne sono di una fattoria biologica locale e non mancheremo di assaggiarne i vini.

Lungo il percorso Camilla fa aprire un vasetto di vetro a Niccolò il più piccolo dei bambini..legge le frasi in rima scritte sul foglietto che introducono la spiegazione sullo zafferano curata minuziosamente da Camilla.

Scopriamo la sua origine ed il suo utilizzo a fine curativi già dal 16° secolo a.c.  così come il suo uso tra gli artisti per la capacità di colorare dello zafferano. Da sempre per la sua scarsa reperibilità, la lavorazione, la scarsa resa dei fiori dello zafferano, la sua polvere è considerata preziosa e utilizzata anche nelle cerimonie religiose.

Infine ci siamo recati alla fattoria di Croce e Smilace. Ci hanno accolti in giardino facendoci sedere su delle cassette di plastica ribaltate  e ci hanno servito una gustosa merenda. Pane al burro e marmellata di cotogne e zafferano e thé allo zafferano. Una delizia. Semplice e di grande impatto. Anche Lorenzo lo mangia.

Bellissima come cornice la chiesa antica dal campanile con le campane e le vetrate colorate ormai rovinate.

Gabriela ci narra come hanno iniziato, le difficoltà che hanno incontrato. Lei e Toni si alternano nel racconto, si prendono un po’ in giro, loro che arrivano da vite  completamente diverse.. lei da Parigi, lui dal Piemonte con lavori che non avevano niente a che fare con la campagna e il loro sogno che piano piano si concretizza.

Sarà la storia d’amore di Croco e Smilace ma quando si alternano e si canzonano nel racconto ci sono grandi sorrisi e sguardi di intesa, la loro affinità si percepisce tantissimo. L’idea, gli inizi, le difficoltà e la perseveranza, la dedizione alla terra e al loro lavoro.

La raccolta dello zafferano avviene solo 1 volta all’anno, intorno alla fine di ottobre e deve essere fatta molto presto al mattino. Alle 4, con il cappello da minatore.  Per fare 1 grammo di zafferano servono circa 350 fiori. Sono piccoli, delicati, devono essere seccati. Parliamo delle bustine che si trovano in giro…niente a che vedere con questa magica autentica produzione. Arriva dall’Iran lo zafferano e nonostante i secoli di produzione da noi non è riconosciuto come Dop.

Gabriela e Toni ci raccontano la fatica, l’impegno, lo scoramento ma anche la gioia di sapere che il loro prodotto si trova nelle cucine degli chef più stellati, che chi cerca la vera qualità si rivolge a loro, che la loro fatica si traduce in oro e gustosi piatti. Profumano i pistilli che Gabriela ci mostra e al termine della merenda e della loro spiegazione non vedo l’ora di preparare un bel risotto.. non con le bustine del supermercato ma con Re Mida, il burro allo zafferano che trasforma in oro tutto ciò che tocca.

La scatola è sobria ma al suo interno svela dei segreti..

La sera..l’ho fatto, eccezionale. Grazie Capaerrante per i percorsi originali ideati e per le spiegazioni che ci hai fornito e Toni e Gabriela per la loro accoglienza e per aver condiviso con noi la loro passione.

Per info: https://capaerrante.com/

http://www.crocoesmilace.it/

 

 

Related posts

Empoli città del Natale

Empoli é una cittadina che dista circa 30 minuti dal Residence Santa Maria. Ogni anno a Dicembre le sue strade vengono illuminate…

Read More

Natale a Montaione

Il Natale si sta avvicinando ecco alcune proposte per un week end romantico con proposte nei pressi del Residence Santa Maria.

Proposta: Arrivo…

Read More

Visita alla Fattoria “Il Paese delle Meraviglie”

Oggi ho portato mio figlio ed un amichetto a visitare la fattoria “Il paese delle meraviglie”.

Si trova in località “La Serra”, circa…

Read More

Join The Discussion

Search

Luglio 2024

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31

Agosto 2024

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
0 Adults
0 Children
Pets
Superficie
Price
Strutture
Servizi

Compare listings

Compare

Need help?